IL PERCORSO KAIROS

CARATTERE INNOVATIVO DEL PERCORSO KAIROS

L’analisi effettuata sulle attuali prassi nei processi di affidamento familiare ha messo in luce la mancanza drammatica di un elemento fondamentale su cui noi abbiamo lavorato.

Questo elemento si legge nella teoria di Bowlby dove un complesso sistema dinamico di atteggiamenti e comportamenti quotidiani contribuisce alla formazione di un legame specifico fra il minore e l’adulto.  Tale legame evolve in un “Attaccamento sicuro” necessario ed indispensabile per determinare il successo dell’affido.

Partendo da questo presupposto, Kairòs ha messo a punto, con grande attenzione, quell’insieme di “comportamenti e atteggiamenti quotidiani”, di ogni momento di vita del minore, dall’accoglienza nella Kasa Kairòs, all’avvicinamento con la famiglia prescelta, dal tempo trascorso a scuola fino al tempo libero a sua disposizione. Ecco dunque che una squadra di professionisti che vede nel Tutor Kairòs la sua figura preminente, interviene in maniera innovativa sul processo di gestione del percorso di affido.

Per dare ancora più un significato di innovazione al percorso appena descritto è necessario dare una valenza scientifica per misurare i risultati. Perciò Kairòs si è dotata di un complesso sistema informatico per risponde statisticamente all’analisi degli esiti.

A CHI E’ RIVOLTO?

A tutti i minori allontanati dalla propria famiglia biologica, collocati in strutture residenziali e  destinati a rimanervi fino alla maggiore età (Sine-Die) (Adozione) perché per loro non è più previsto il rientro in famiglia.

IL PARADIGMA TEORICO DELL’ASSOCIAZIONE KAIROS

Il paradigma su cui si basa la soluzione Kairòs sta nella capacità di agevolare e sostenere l’incontro fra minore e  futura famiglia affidataria. Ciò è reso possibile grazie ad azioni educative teoricamente orientata da un modello psicologico forte ed efficace (il modello sistemico familiare –  strategico) grazie al quale, nel minor tempo possibile, il bambino viene preparato ad essere accolto nella  nuova famiglia. Allo stesso modo la famiglia verrà supportata, aiutata e accompagnata da professionisti, per 24 mesi,  per garantire il successo dell’istituto dell’affido, e dell’adozione oggi, purtroppo,  molto spesso disatteso.

Il Percorso Kairòs nel dettaglio

Il servizio fornito  per il minore allontanato dalla famiglia biologica, prende il nome di “Percorso Kairòs” e ha la durata di 24 mesi. Tale percorso può essere avviato all’interno di una Kasa Kairòs convenzionata, o all’interno della struttura residenziale laddove il minore fosse già collocato.

A prescindere dai dettagli specifici imposti da ogni diverso caso, alla segnalazione del servizio competente della necessità di allontanare dalla famiglia biologica inadeguata o dalla comunità nella quale già si trova un bambino o ragazzo per provvedere ad una più idonea collocazione etero familiare, l’équipe del Percorso Kairòs si mette a disposizione del servizio Sociale per acquisire tutti i dati utili per individuare la tipologia di coppia che appare più adatta a quella situazione.

L’équipe sottopone la richiesta e presenta il caso alle coppie dell’Associazione kairòs che più sembrano rispondere, per età, stato sociale, cultura, esperienza alle necessità del bambino segnalato, le informa, e, una volta ottenutane la disponibilità le presenta al servizio richiedente. Quando il servizio, svolte le necessarie valutazioni, decide o approva l’abbinamento, viene avviato il percorso di avvicinamento del bambino alla coppia, percorso che prevede un tempo non inferiore ai tre mesi.

Durante il percorso di avvicinamento il bambino e gli aspiranti affidatari/adottivi si frequenteranno dapprima occasionalmente, poi sempre più regolarmente, passando progressivamente a una sempre maggiore conoscenza e confidenza, finché il bambino darà segnali sempre più espliciti di interesse per quella coppia.

Durante questo percorso di avvicinamento coppia-bambino il Tutor Kairòs sosterrà entrambe le parti, aiutando strategicamente il bambino a valutare la situazione, a trattenere troppo precipitose volontà di entrare nella nuova casa, dosando il numero, la durata, delle circostanze da creare perché la conoscenza maturi lentamente e il desiderio di convivenza si approfondisca e superi il livello di un abbandono incondizionato e prematuro. Contemporaneamente il Tutor Kairòs aiuterà la coppia a tenere nei confronti del futuro affidato atteggiamenti equilibrati, non troppo seduttivi e compiacenti, a rapportarsi con empatia, a essere disponibili con intelligenza emotiva, rispettosi senza cadere in proposte o progetti sproporzionati alle sue capacità.

Il Tutor Kairòs, che accompagnerà la situazione per i 24 mesi previsti dal Percorso Kairòs, sarà supportato nel suo servizio dalla supervisione dell’équipe scientifica, composta dal responsabile Counselor dirigente dell’Associazione Kairòs, da uno psicologo psicoterapeuta specializzato nella diagnosi e cura di bambini maltrattati e abusati, e nella terapia del Disturbo Post Traumatico da Stress, da altri tutor sia scolastici (che sosterranno il bambino nell’inserimento scolastico e, se necessario, lo seguiranno in aula per un certo numero di ore settimanali a integrazione di quelle disposte dalla scuola) sia familiari (quelli che da subito si sono affiancati al nucleo).

La presenza del Tutor Kairòs sarà più intensa nei primi giorni seguiti all’inserimento in famiglia: i tempi e gli orari saranno decisi e periodicamente ridefiniti in équipe a seconda delle necessità emerse.

Sistema Informatico e raccordo con i Servizi Sociali

Il “Percorso Kairòs” prevede azioni di intervento educativo e psicoterapeutico a favore del recupero dei soggetti presi in carico secondo i principi psicologici del modello psicologico prescelto (Vedi carta dei Servizi). L’andamento di tali interventi, vengono documentati attraverso report e dossier sul supporto informatico appositamente implementato, al fine di costruire una storico condivisibile tra i diversi attori coinvolti. Il Servizio Sociale oltre ad incontrare regolarmente la famiglia affidataria e il Tutor Kairòs per un confronto costante, avrà accesso alla piattaforma web di Kairòs tramite collegamento remoto, dove potrà seguire e monitorare l’evoluzione degli interventi. Infine ciclicamente, si provvederà, con relazioni periodiche, ad aggiornare i Servizi Sociali, sull’andamento del percorso di affidamento.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.